Home Moda AltaRoma Day #4

AltaRoma Day #4

Scritto da Livia Piredda

#Day4 ed eccoci alla conclusione di questa edizione invernale di Altaroma. Quando si tratta
dell’ultimo giornata è comune pensare che ormai il “peggio” sia passato. E invece no. In lontananza
intravediamo già  il traguardo, ma la strada è ancora lunga. Ci aspettano ancora molti appuntamenti.
Per cui, non sprechiamo altro tempo e iniziamo la nostra domenica da fashion victim.

La prima tappa è senza dubbio EDITHMARCEL, il brand di Gianluca Ferracin e Andrea Masato
finalista di “Who Is On Next? 2016”.  I due designer per l’occasione presentano “DIPTYCH” la
collezione FW 2017/18 ispirata alla creatività dell’artista Francis Bacon. Gli abiti riconfermano la
tendenza del brand di creare capi dai tratti lineari e minimal adatti alla vestibilità sia maschile che
femminile. Oversize è la parola chiave di questa collezione, che,attraverso panni leggeri accostati a
tessuti a pelo e jeans, presenta outfit caratterizzati da pantaloni ampi, giacche corte in vita e lunghi
soprabiti. Novità assoluta la linea casual composta da  t-shirt e felpe mono-color personalizzate con
la stampa centrale del logo. Le varie tonalità del nero, del blu e della zucca, si mescolano a fantasie
gessate, glitterate e a pois tese a vivacizzare maggiormente gli abiti.

La stessa vivacità, anche se sotto forme differenti, la ritroviamo nella collezione FW 2017/18
“Un’Oasi nel Deserto” targata MIAHATAMI. Ispirandosi alle tribù di nomadi che del viaggiare
hanno fatto il loro life motive, la designer Narguess Hatami presenta capi le cui fantasie tribali
fanno da fil-rouge della collezione. I colori caldi come rosso, bordeaux, cammello, giallo e blu
richiamano i paesaggi iraniani e le texture dei tappeti tradizionali Gabbeh e Kilim. Da questi trae
origine la lavorazione dei tessuti utilizzati: pelliccia, ricami a punto croce e frange applicate fanno
di questi abiti dei veri e propri mosaici da indossare. Ampi pantaloni, gonne con spacchi laterali,
camicie con maniche a sbuffo e cappotti di vero cammello ci proiettano verso  mondi arabeggianti.
A completamento degli outfit, per la prima volta MIAHATAMI presenta la collezione di calzature
in pelle, nappa e canva, raso terra o col tacco, per affrontare in comodità le avventure del safari pur
mantenendo un certo stile.

Dai toni caldi del deserto, passiamo a quelli più accesi dello stile futuristico. PARDEN’S, il brand
fondato da Daniele Giorgio, presenta la sua collezione FW 2017/18 “COLOR RETRO FUTURE”.
In perfetto mood anni’80, i capi sembrano quasi richiamare le fantasie di opere astratte. Figure
geometriche si fondono con colori accesi come il blu, il giallo, il rosso, il verde, il fucsia, e il viola.
Abiti lunghi slanciano le silhouette e le gonne sfasate abbinate ai golfi girocollo ricordano lo stile
della collegiale ribelle esaltando alla massima potenza il dinamismo di ogni donna.

Continuiamo a parlare di geometrie con la nuova collezione SS2017 firmata Nino Lettieri. La
contrapposizione tra leggerezza dei tessuti e rigidità delle stampe geometriche, sfocia in un
armonioso Yin & Yang stilistico che riconferma Lettieri come uno dei creativi più influenti di
questo panorama. Pois, rombi e linee intrecciate tra loro si alternano donando agli abiti un effetto
puramente optical grazie anche al gioco di contrasti tra bianco e nero. Tessuti trasparenti, reti di
macramè e tulle plissè aleggiano sulla passerella sotto forma di abiti lunghi, tute, soprabiti,
pantaloni e short.

Ultima tappa, ma non per importanza, lo show di ARNOLDO][BATTOIS. La collezione FW
2017/18 “HALFTONES-code” come dice il nome stesso, è un mix tra contemporaneità e stile
vintage. Lane double, panni morbidi, satin e cotoni sono arricchiti da dettagli in pelliccia per dare
anima ai capi. Il nero viene smorzato dalle tonalità pastello creando figure POP a tratti
psichedeliche da osservare attraverso un caleidoscopio. Passato, presente e futuro vivono in
simbiosi nei 28 capi creati dai due stilisti veneziani.

Dopo una giornata caratterizzata da fantasie geometriche e non, si conclude Altaroma 2017. Tra
nuovi nomi e vecchie conoscenze, possiamo dire di essere soddisfatti di ciò che la fashion week
capitolina ci ha regalato in questi quattro giorni. Dovremo aspettare Luglio per scoprire le altre
novità che ci sono in serbo per noi. Per cui stay tuned l’estate non è poi così lontana.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: