Home Moda Lisiánthus: l’intervista con Kelly Rutherford

Lisiánthus: l’intervista con Kelly Rutherford

Scritto da Livia Piredda

Si, all’evento di presentazione del neonato brand Lisiánthus c’era anche lei. L’abito color crema, il sorriso smagliante, e l’eleganza innata che la contraddistingue, ci accoglie così Kelly Rutherford. Icona di stile e famosa per la sua partecipazione a Gossip Girl nelle vesti di Lily Van der Woodsen, è la musa ispiratrice della collezione Lisiánthus. La incontriamo a bordo piscina mentre chiacchiera con un’amica. Si rende subito disponibile per una breve intervista. Le chiediamo in particolare della sua collaborazione con il giovane designer Massimiliano Mastrangelo, ma anche qualche riferimento alla sua vita privata e professionale.  Non perdiamo altro tempo e iniziamo la nostra chiacchierata.

PH. GIANLUCA PALMA

 

Miss Rutherford è un vero piacere per noi incontrarla e poterle fare qualche domanda. Grazie per averci dedicato il suo tempo. Iniziamo con il parlare della sua collaborazione con Massimiliano Mastrangelo. Come, quando e dove vi siete incontrati per la prima volta? E cosa l’ha portata a supportare questo progetto?

E’ un piacere anche per me. Massimiliano ed io siamo venuti inizialmente a contatto attraverso i social media e ci siamo incontrati qualche anno fa a New York. Mentre eravamo seduti ad un caffè, mi disse che stava creando una collezione di borse. Una di loro sarebbe stata dedicata a me e avrebbe preso il nome di Miss Rutherford. Successivamente ho conosciuto i genitori. Sono rimasta affascinata da tutta la famiglia e dalla determinazione di questo giovane ragazzo nel perseguire il suo sogno, ma soprattutto dal supporto che i suoi genitori gli stavano dando e continuano a dargli, cosa in cui io credo fortemente. Penso che dobbiamo supportare i nostri figli e le loro aspirazioni molto prima di quello che siamo soliti fare.

Sono pienamente d’accordo. Quale pensa sia la forza di questo giovane designer? D’altronde ha solo sedici anni.

Si, ha sedici anni ma sa esattamente cosa gli piace. E’ un grandissimo designer. La sua forza risiede nella cura che ripone nei dettagli e nei colori. E le borse sono, veramente, di alta qualità.

A proposito della collezione. La borsa simbolo di Lisiánthus si chiama proprio Miss Rutherford. In che modo pensa che rappresenti se stessa, sia come donna che come attrice?

Non lo so, è una sua interpretazione [ride con una naturalezza imbarazzante].

Si, effettivamente, rappresenta assolutamente me stessa, ma anche le altre borse lo fanno. Sono straordinarie! Amo Miss Rutherford, perché dal design lineare e classico. Un po’ com’ è la mia persona.

PH. GIANLUCA PALMA

Da sempre è considerata un’icona di stile. Quando si è innamorata per la prima volta della moda? E quanto è importante la moda per la sua carriera?

Ho sempre amato la moda. Sono cresciuta vedendo mia madre lavorare come modella. Era molto bella e vestiva magnificamente, per questo penso che la moda sia sempre stata parte di me. Quando lavoro, invece, penso alla moda più come modo per interpretare al meglio il personaggio. Mi chiedo spesso “Questo vestito mi fa sentire a mio agio nella parte?”. Ho sempre interpretato personaggi che amassero la moda, perché la considero un importante mezzo di comunicazione visivo.

Per concludere, parliamo della sua carriera. Sta lavorando a nuovi film o serie tv? Cosa ci può dire?

Si sto lavorando a una nuova serie tv, ma non so se posso scendere nei dettagli. Si tratta di una co-produzione francese, tedesca e americana. Non dovrete aspettare troppo a lungo, verrà annunciata molto presto.

Grazie mille ancora per la sua disponibilità, Miss Rutherford. E’ stato un immenso piacere conoscerla.

Grazie a voi! E’ stato un piacere anche per me.

In attesa di rivederla sui grandi schermi e scoprire il suo prossimo personaggio, salutiamo Kelly Rutherford e ci lasciamo alle spalle la meravigliosa location di Palazzo Dama.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: