Home Lifestyle Tutti al Gay Village, ma non per ballare: per mangiare

Tutti al Gay Village, ma non per ballare: per mangiare

Scritto da Damiano Crosina

Anche quest’anno l’estate romana è arrivata, portando con sé le immancabili certezze della stagione. Cocomero e telo mare? Certo che no: caldo impossibile e Gay Village! Riapre le porte il villaggio gay friendly più famoso della capitale: nuova edizione e tantissime novità. Il tema per esempio: via i banchi di scuola e benvenuti unicorni. Fantàsia – loves has no frontiers lo slogan di questa stagione, un misto di epico fantasy, rivisto come sempre in salsa abbastanza piccante.

 

Altra grande novità è l’apertura all’interno del Village di due ristoranti/hamburgheria d’eccellenza: The Fisherman Burger The Meat Market. Carne e pesce, una scelta adatta a qualsiasi palato.

The Fisherman Burger è il primo food harbour che mette d’accordo i vecchi lupi di mare amanti della tradizione marinara e i giovani mozzi in cerca di avventure. La cosa che rende The Fisherman Burger speciale è il fatto che tutto ciò che finisce nel piatto è stato pescato dal Mediterraneo lo stesso giorno, garantendo quindi freschezza, bontà e gusto superiori. Il menù è più che vario: fishburger di tonno e merluzzo, lobster roll, fish & chips, tartare, primi piatti, fritture e molto altro.

The Meat Market è la perfetta fusione tra una macelleria nostrana e la tipica hamburgheria d’oltre oceano. Il tutto unito dalla passione per la carne di primissima qualità, proveniente solo da allevamenti italiani selezionati. Affettato, hamburgher, hot dog, carne alla piastra, fritture, insalate e non solo, The Meat Market offre una scelta vastissima di carne.
Quando andrete al Gay Village d’ora in poi, arrivate un po’ prima del solito, sedetevi ai tavoli all’aperto dei due ristoranti, sfogliate con calma il menù, scegliete qualcosa di leggero come il meraviglioso “Superman” (un panino con hamburger da mezzo chilo, cipolle caramellate, cime di rape e zucchine) e mangiate come se non ci fosse un domani. Fidatevi, non ve ne pentirete. E poi dovete pur reintegrarle tutte quelle calorie che perderete ballando, o sbaglio?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: