Home Cinema Un Semplice Favore: la recensione

Un Semplice Favore: la recensione

Scritto da Damiano Crosina

Esce nelle sale italiane il 13 dicembre Un Piccolo Favore, film che ha già riscosso favore di pubblico e critica oltreoceano. Non è difficile intuire il perché: è raro, infatti, trovarsi davanti ad un film che riesce contemporaneamente ad essere commedia divertente e thriller zeppo di colpi di scena. Eppure il regista e sceneggiatore Paul Feig (Le Amiche della Sposa, Ghostbuster) qui ci riesce. Il merito va anche attribuito ad un cast eccezionale su tutta la linea, a partire dagli interpreti principali, arrivando fino ai baby attori che recitano nel film.

La premessa del film è questa: Stephanie è una madre vedova con un blog al limite del mammino-pancinismo (interpretata da una bravissima Anna Kendrick, la tizia della canzone con la coppetta di Pitch Perfect). Emily è mamma in carriera nel settore della moda (una splendida Blake Lively, la Serena van der Woodsen di Gossip Girl). Le due si incontrano per caso all’uscita della scuola passando a prendere i rispettivi figli e diventano inaspettatamente amiche. Un giorno Emily chiede a Stephanie un piccolo favore: passare a prendere suo figlio, in quanto lei è bloccata al lavoro per una crisi improvvisa. Stephanie fa come le chiede l’amica, ma da quel momento Emily sparisce. Stephanie inizia così una strampalata indagine per scavare nel passato dell’amica, rendendosi presto conto di non conoscere affatto chi sia veramente.

Tra tradimenti, poliziotti impiccioni, ricette di smoothie di verdure e pistole cariche, il risultato è un film in grado di soprendere e giocare con le aspettative dello spettatore, tenendolo sull’attenti e divertito allo stesso tempo. Che dire, un film perfetto per passare una bella serata al cinema durante le feste natalizie. Estremamente consigliato.
TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=Bam2po1pfuo&feature=youtu.be

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: